Che non si muore per amore è una gran bella verità …. (2)

perciò dolcissimo mio amore ecco quello,

quello che

da domani

mi accadrà

morirò di mesotelioma.

Dopo la bomba ecologica della #Medaspan che per vent’anni ha disseminato fibre d’amianto grazie ai suoi 8.000mq di tetti in eternit che lentamente, ma inevitabilmente, hanno continuato a sfaldarsi fino a pochi mesi fa, ecco trovato un nuovo pericolo.

Non è certo un problema ecologico allarmante, ma è pur sempre una “bombetta”. Una minaccia che è ancora più irritante perchè posta in un’area che dovrebbe essere protetta e tutelata: il parco sovracomunale della brughiera briantea (ora parco delle Groane).

…continua qui

Immagine: Via Giphy

Unicredit: Il freddo? Aiuta a restare giovani! Il test in corso in un’agenzia milanese…

La prossima mossa di Unicredit? Fornitura di acqua Fiuggi….vent’anni di meno.

Fiuggi, vent’anni di meno, UniCredit rischia di mostrare vent’anni di più!

 

Unicredit: Il freddo? Aiuta a restare giovani! Il test in corso in un’agenzia milanese…

No-Slot, Beccalossi: 3 milioni per lotta gioco d’azzardo patologico

Tre milioni di euro per finanziare 68 progetti ‘no slot’ sul territorio lombardo.

Dal sito regione Lombardia: (…) APPELLO ACCOLTO DA TUTTE LE PROVINCE – “Al nostro appello – ha detto l’assessore – hanno risposto decine di Comuni da tutta la Lombardia, che, insieme ai loro partner di progetto, hanno dimostrando di voler lavorare con noi per contrastare e limitare gli effetti di questa malattia del nuovo millennio. Le richieste sono pervenute da tutte le province, con un valore di circa cinque milioni di euro, superando quindi ampiamente le nostre aspettative”. (…)

Chi sa dirmi se Meda vi ha partecipato?

Qui il post

UBIS: le immagini dell’insicurezza

FeuerSe le norme tecniche offrono soluzioni in grado di favorire la prevenzione di incidenti e tutelare la salute nei luoghi di lavoro, nell’attuale economia globale è importante che le norme siano armonizzate a livello internazionale. Ad esempio permettendo che un cartello, un pittogramma siano correttamente riconosciuti dai lavoratori indipendentemente dalla lingua e dalla cultura di origine.

Proprio con questi obiettivi il 18 ottobre 2012 è entrata in vigore la norma UNI EN ISO 7010:2012, una norma che prescrive i segnali di sicurezza da utilizzare nella prevenzione degli infortuni, nella protezione dal fuoco, per l’informazione sui pericoli alla salute e nelle evacuazioni di emergenza.

La norma contiene una raccolta di simboli armonizzati riconosciuti universalmente.

E – come indicato dall’ Ente Nazionale di Unificazione (UNI) – “la forma e il colore di ogni segnale di sicurezza sono conformi alla ISO 3864-1 e la progettazione dei segni grafici è conforme alla ISO 3864-3”.

E’ bene segnalare che, ad oggi, la nuova normativa UNI EN ISO 7010:2012 sulla segnaletica di sicurezza non vieta la circolazione dei segnali già contenuti nel Decreto legislativo 81/2008 (da allegato XXIV a XXXII) e dunque riguardo alla segnaletica già installata non c’è obbligo di modifica.

È tuttavia possibile sostituirla con i nuovi cartelli e pittogrammi in conformità con quanto indicato dal Testo Unico in materia di tutela della salute e della sicurezza nei luoghi di lavoro (ALLEGATO XXIV – D.Lgs. 81/2008 , punto 1.3):

Ciò premesso ci chiediamo come sia possibile che nel Gruppo Unicredit si utilizzino invece pittogrammi non conformi al D.Lgs. 81 e alla nuova normativa UNI EN ISO 7010:2012.

Da fonti sindacali di Ubis sembrerebbe infatti che al 4 e 5 piano dello stabile di  Via Cambi a Milano (palazzina A) siano presenti degli allarmi antincendio che non rispondo alla normativa vigente ne per pittografia ne per messaggio (scritto nella sola lingua tedesca). Continua a leggere

#SaveKidsLives

La protezione dei bambini e la sicurezza stradale. Questo il tema scelto dall’Onu per l’edizione 2015 della “Settimana mondiale della sicurezza stradale”, per la “Un global Road Safety Week” che è iniziata ieri, 04 Maggio e si protrarrà fino al prossimo 10 maggio 2015.

“Tutti noi meritiamo un viaggio sicuro per andare e tornare da scuola. Le strade devono essere rese sicure per permettere ai bambini di camminare fino a scuola. Vogliamo marciapiedi e piste ciclabili sicure, vogliamo dossi per rallentare il traffico e vogliamo
attraversamenti stradali sicuri, così che possiamo istruirci senza paura o il rischio di infortuni.

Chiediamo che tutti i veicoli che trasportano i bambini, sempre e ovunque nel mondo, siano sicuri.

Si devono fare leggi, si devono ascoltare le nostre voci e ci deve essere un’azione per garantire strade sicure per tutti i bambini, in tutto il mondo.

Quindi chiediamo a voi, leader mondiali, di includere azioni contro la mortalità stradale all’interno dei nuovi obiettivi per lo sviluppo globale. Ovunque viviamo, vogliamo e ci aspettiamo sicurezza stradale per i nostri amici, le nostre famiglie e per noi stessi”.

L’Onu invita a firmare, e a supportare la campagna con un #Safie.

(Fonte: Quotidiano sicurezza.it)

EU-OSHA pubblica una guida online gratuita per la gestione dello stress e dei rischi psicosociali sul luogo di lavoro (Eu-Osha)

Così Christa Sedlatschek, direttrice di Eu-Osha: “Nonostante non si possa osservare o misurare lo stress alla stregua di molti altri problemi di salute, si tratta di un problema davvero grave. Può colpire i lavoratori sia a livello emotivo che a livello fisico, ma anche le imprese e l’economia in generale possono subire ripercussioni negative a causa dello stress. Proprio come il trattamento degli altri problemi in ambito Ssl, contrastare lo stress e i rischi psicosociali non solo è possibile, ma è anche proficuo: la pubblicazione della nostra guida online consegna uno strumento pratico nelle mani dei datori di lavoro e dei lavoratori. Essa include chiarimenti, consigli ed esempi volti a dimostrare che i suddetti problemi possono essere gestiti nella stessa maniera pratica e sistematica di qualsiasi altro problema in ambito Ssl”.

EU-OSHA pubblica una guida online gratuita per la gestione dello stress e dei rischi psicosociali sul luogo di lavoro (Eu-Osha)

Presto in banca avremo l’RLS di gruppo?

 

Con la scusante di garantire la copertura anche alle realtà minori, presto in banca arriverà l’RLS di Gruppo (con congruo risparmio per l’Azienda). Speriamo che non si risparmi sulla salute e (soprattutto) sicurezza dei lavoratori!.

Presto in banca avremo l’RLS di gruppo?

(Immagine: www.histonium.net)

La nuova campagna Eu-Osha contro lo stress lavoro correlato

Insieme per gestire lo stress, tre infografiche dalla nuova campagna Eu-Osha

 Scritto il da Daria De Nesi

BILBAO – Segnaliamo oggi tre infografiche pubblicate da Eu-Osha a sostegno della nuova campagna Ambienti di lavoro sani e sicuri 2014-15 – Insieme per la prevenzione e la gestione dello stress lavoro correlato lanciata ufficialmente lo scorso7 aprile. Tre immagini, tre testi, che sintetizzano i concetti chiave relativi al rischio stress, alla sua gestione in azienda e i dati di recenti indagini europee…….

La nuova campagna Eu-Osha contro lo stress lavoro correlato

Open Space: mentre Unicredit ci investe massicciamente…

…i sondaggi e gli studi ne mettono in evidenza tutti i limiti.

Lavoro, voce alta e aria condizionata.
Per 6 su 10 l’open space è un tormento

Stress e tensioni in agguato negli uffici ‘aperti’, rivela un sondaggio. Fra i comportamenti che danno fastidio al primo posto con il 42,2% ci sono le chiacchiere ininterrotte dei colleghi, seguite dal costante passaggio di persone tra le scrivanie (27%). L’esperto: “L’impiegato si sente un numero”

Leggi qui l’articolo di repubblica.it/salute