Matteo Renzi lontano dal workshop dello Studio Ambrosetti per “evitare i poteri forti”?

Giusto! I “poteri forti” li sente al telefono e gli regala pure qualche centinaio di milioni di Euro….ma Renzi non è Mr. Berlusconi, quindi al Paese va bene così…

(…) È di notte che il governo Renzi riesce a dare il meglio di se stesso. E di notte in gran segreto è venuto fuori il decreto che a palazzo Chigi è stato ribattezzato «salva-De Benedetti», anche se più che salvare l’ingegnere ha gettato una ciambella di salvataggio alla controllata Sorgenia, consentendo l’accordo con le banche di fine luglio che ha tenuto in piedi la creatura di Carlo De Benedetti evitando un possibile fallimento.

Su quell’accordo in una notte di fine giugno il governo Renzi ha messo una fiche che a regime dovrebbe valere sui 120-150 milioni di euro l’anno. Il decreto salva-Sorgenia si chiama capacity payment, ed è stato firmato in accordo con Renzi – ma senza informare Federica Guidi – dal viceministro dello sviluppo Economico, il Pd Claudio De Vincenti. Perché di notte e quasi di nascosto? Perchè quel decreto ben prima di vedere la luce era già diventato un caso politico-editoriale. (…)

L’articolo:

Sorgenia, regalo di Matteo Renzi a Carlo De Benedetti: 150 milioni l’anno

(Immagine: www.signoraggio.it)

Mps in soccorso della tessera n° 1 del Pd

C’era da chiederselo? Come si fa a dire di no allo sponsor principale del premier? Le banche non hanno esitato a soccorrere Franco De Benedetti e la sua Sorgenia, fossero altrettanto attive per quei piccoli imprenditori in difficoltà per la crisi…

 

Mps in soccorso della tessera n° 1 del Pd

(immagine: www.ilnord.it)

Berlusconi. D’Alema: altri sarebbero finiti in prigione

D’Alema sulla sentenza Berlusconi:

Certo viene da pensare che cittadini meno fortunati, meno ricchi e potenti per reati molto minori vanno semplicemente in prigione. E’ una giustizia a velocità variabili”.

E Mr. D’Alema ha pienamente ragione! Non a caso per gli stessi reati contestati a Berlusoni, il signor  “tessera n° 1 del PD” non è neppure stato processato. Così come non ha scontato un giorno di carcere colui che ha realizzato il “sistema Sesto”; giusto per citarne un paio….

Berlusconi, D’Alema: altri sarebbero finiti in prigione

(Immagine: http://replygif.net/)

Il “diversamente evasore” De Benedetti si schiera con Renzi. Un motivo in più per non votarlo.

Un motivo in più per diffidare di Matteo Renzi.

Ora è appoggiato persino da Carlo De Benedetti, ovvero il guru della finanza rossa. Colui che ha saputo disintegrare l’azienda che ha ideato il personal computer (Olivetti). Colui che è alla guida del gruppo editoriale l’Espresso, ovvero un gruppo che ha un contenzioso col fisco italiano per 225 milioni di Euro ( sentenza n. 64/9/2012 ), ma non essendo abberluscone, il suo processo può andare a rilento… ... continua …

Image: articleoffashion