Bancari: I SindacABI si apprestano allo scontro…

(...) Dubitiamo fortemente che le attuali strutture sindacali 
"riconosciute" dei bancari siano in grado di reggere, senza i 
vergognosi cedimenti del 2012, un livello di scontro che 
oggettivamente ormai travalica lo stretto recinto della categoria 
e, in una logica finanziaria ormai ultra-globalizzata ed 
oggettivamente diretta da Francoforte e Bruxelles, lo stesso 
perimetro territoriale nazionale. (...)

Bancari: I SindacABI si apprestano allo scontro…

 

(Immagine fonte: falcemartello)

Bancari in sciopero il 30 Gennaio.

Blocco scatti anzianità, TFR….ma è proprio ciò che le Segreterie Nazionali hanno sottoscritto con l’ultimo CCNL.

Toh, Sileoni & Co hanno capito che non si possono spremere sempre e solo i lavoratori?  Speriamo.

Comunque i Sindacati ora tuonano contro ABI,  lanciano anatemi e  chiamano i lavoratori alla mobilitazione (senza peraltro presentare un concreto e coordinato piano d’azione). Ci auguriamo però che il ricatto della cessazione del contratto dal 1° aprile 2015 imposto dall’ABI non fornisca un alibi alle Organizzazioni Sindacali per chiudere il contratto al ribasso.

Ricordiamoci che i Sindacalisti che oggi riempiono le pagine dei quotidiani nazionali con le loro dichiarazioni, sono gli stessi che solo qualche mese fa, una volta concluse le assemblee di approvazione della piattaforma, hanno proposto all’ABI  – e senza ovviamente averla condivisa coi lavoratori – l’idea di un  mega consorzio di categoria. C’è più di un motivo per cui essere seriamente preoccupati…

Bancari in sciopero il 30 Gennaio.

(Immagine fonte: gekomatto)

I bancari senza CCNL

ABI disdice il contratto.

Sapendo che i SindacABI tuteleranno i lavoratori, siam tutti più tranquilli….

Abi, Profumo, non concluderà contratto bancari a tutti i costi (Reuters)

DISDETTA CONTRATTO ABI: UNISIN, RISPOSTA SARA’ FORTE E NON SI FERMERA’ A SCIOPERO

(Immagine fonte: scarligamerluss)

Alessandro Profumo sul rinnovo del CCNL: «La disapplicazione effettiva può slittare»

Una favola bella, ovvero la descrizione di un mondo (sindacale) che non c’è:

Alessandro Profumo sul rinnovo del CCNL: «La disapplicazione effettiva può slittare»

 

(Immagine: nicedie.it)

I bancari verso lo sciopero di categoria

(…) Di fronte a questa posizione che prevede il depennamento degli automastismi, come per esempio gli scatti, e quindi la revisione della base di calcolo del Tfr, i sindacati hanno deciso di assumere una posizione dura. (…)

Rottura sul contratto dei bancari. Sciopero a gennaio. Abi: sindacato anacronistico (IlSole24Ore)

(Immagine estranea all’articolo. Fonte: it.blastingnews.com)

L’uomo da 40 milioni dice no al CCNL dei bancari

Sì agli aumenti di stipendio dei banchieri, no a quelli dei bancari.

L’uomo da 40milioni di Euro (e tanto amato dalla Sinistra Italiana) ha detto no ad aumenti contrattuali e recupero inflattivo con il prossimo CCNL. Ha detto sì ad uno stralcio di diritti ed applicazione del contratto nazionale.

Banche: Fiba Cisl, premesse vertenza non buone, attendiamo giudizio su piattaforma -2- (Borsaitaliana.it)

 

(Immagine: fany-blog.blogspot.com)

CCNL – Incontro del 20 ottobre 2014

Nella giornata del 20 ottobre sono proseguiti gli incontri per il rinnovo del Contratto Nazionale del Credito. Il Presidente del CASL Profumo, ha – in premessa – ribadito le posizioni dell’ABI rispetto alle difficoltà che il settore sta attraversando e alla necessità, quindi, di un rinnovo contrattuale che non comporti aumenti del costo del lavoro….

CCNL – Incontro del 20 ottobre 2014

 

(immagine: www.fisac-cgil.it)

fabi: un “renziano” nominato responsabile Fabi ai rapporti col governo.

La commistione fra politica e finanza non riguarda solo i CdA delle Aziende bancarie, riguarda anche i sindacati. Questa volta è la fabi ad offrire uno scranno ad un “renziano” doc e lo piazza alla guida delle relazioni con Governo.  Ci dovremo aspettare che il prossimo rinnovo contrattuale di categoria DOVRA’ seguire il diktat imposto dal jobs act (demansionamenti, decurtazioni salariali, controllo a distanza dei lavoratori….)? Ci dovremo preparare ad un ennesimo taglio di salari e diritti con il benestare dei sindacABI?

fabi: un “renziano” nominato responsabile Fabi ai rapporti col governo.

(Immagine: http://www.umbriajournal.com)