Alessandro Profumo sul rinnovo del CCNL: «La disapplicazione effettiva può slittare»

Una favola bella, ovvero la descrizione di un mondo (sindacale) che non c’è:

Alessandro Profumo sul rinnovo del CCNL: «La disapplicazione effettiva può slittare»

 

(Immagine: nicedie.it)

Fisac-CGIL: Nomina Sceltalibera persino in documenti ufficiali

Quale onore!

Non avremmo mai pensato di finire sulla documentazione ufficiale di casa CGIL. Siamo nominati niente meno che nella corrispondenza inoltrata al Comitato di Garanzia Interregionale per un esposto nei confronti dell’RSA Fisac Cgil di Ubis Roma (rea di aver prodotto questo comunicato: Fra Sindacato e Lobby).

Il compito principale, o forse unico, di un sindacato è la tutela dei lavoratori. Non la difesa dei privilegi di alcuni, non la ricerca ed il mantenimento di posizioni di potere e la spartizione di poltrone: la difesa, invece, dei posti di lavoro, nelle situazioni nelle quali, purtroppo e drammaticamente sempre più frequenti, essi sono a rischio. Continua a leggere

Bancari: importante iniziativa del SALLCA CUB

Finalmente qualche cosa si muove…

DA SEGRETERIA NAZIONALE CUB SALLCA

Il giorno 20 dicembre i sindacati firmatari incontreranno l’Abi per parlare di Fondo di Solidarietà.

La disponibilità all’incontro dell’Abi  ha indotto i sindacati firmatari a revocare il  presidio programmato nella stessa giornata.

La riapertura delle trattative è un fatto positivo, ma va tenuto presente che, se il fondo è indubbiamente utile e necessario per i lavoratori, altrettanto lo è per le banche che non potrebbero “rottamare” i lavoratori più anziani senza questo strumento. Continua a leggere

UniSin: Lettera aperta al Presidente BNL

Alle esternazioni del Presidente BNL Luigi Abete in merito alla disdetta del CCNL risponde la Segreteria dell’Organo di coordinamento di Unità Sindacale in BNL:

Lettera aperta della Segreteria dell’Organo di coordinamento di Unità Sindacale in BNL al Presidente Luigi Abete.

Sindacati bancari proclamano altre 15 ore sciopero entro febbraio

IMG_2011-14(Via Affaritaliani)

Le Segreterie Nazionali di DIRCREDITO, FABI, FIBA/CISL, FISAC/CGIL, SINFUB, UGL CREDITO e UILCA hanno proclamato un ulteriore pacchetto di 15 ore di sciopero da realizzare entro fine febbraio contro la disdetta del contratto nazionale di categoria prevedendo anche ”una grande manifestazione nazionale a Roma”.

Lo annunciano le stesse sigle dei bancari aggiungendo di aver richiesto un’audizione ai Presidenti delle Commissioni lavoro e finanza di Camera e Senato. Le organizzazioni sindacali ribadiscono ”unitariamente, la volonta’ di riaprire un tavolo negoziale sia per quanto riguarda la ricerca di un accordo sul Fondo di solidarieta‘, che lasci immutate tutte le tutele previste dagli accordi vigenti, sia per quanto attiene l’avvio di un vero confronto sullo stato e sulle prospettive del sistema bancario, che consenta di realizzare un intento comune per costruire un rinnovo contrattuale che tuteli realmente l’occupazione ed il reddito dei lavoratori.… continua …

ABI – La condizione di lavoro nel sistema bancario italiano: fattori di crisi

Ecco il documento con cui l’Abi ha giustificato la decisione di disdettare il contratto alla scadenza non garantendone più l’ultrattività dopo il 30 giugno 2014.

ABI – La condizione di lavoro nel sistema bancario italiano: fattori di crisi

La condizione di lavoro nel sistema bancario italiano: fattori di crisi
• L’evoluzione della crisi ha portato l’Italia in uno stato di recessione particolarmente grave, con un Pil che risulta in contrazione a partire dal terzo trimestre del 2011.
• In questo contesto, per le banche la caduta di redditività si conferma molto significativa. L’industria bancaria non riesce più ad avere margini di guadagno.
• Su questo quadro pesano le recenti riforme regolamentari di settore e le necessità di rafforzamento patrimoniale imposte dalle Autorità europee, oltre ad un costo del lavoro tra i più alti, nel confronto con le banche europee.
• In tutta Europa vengono riesaminati radicalmente gli economics delle reti di dipendenze, riconsiderandone il numero, la localizzazione e l’organizzazione. Proseguono in ogni Paese le tendenze alla centralizzazione dei back office. Si delinea una graduale riduzione dell’operatività delle reti fisiche, a fronte di un forte aumento di quelle telematiche. In Italia, tale processo, seppure avviato, procede con molta lentezza. Continua a leggere

Dal sito AIDOS (2)

Articoli recenti

Bancari schiacciati tra Abi e Sindacati

tumblr_miv76jvmUl1qz4w7vo1_500Prepariamoci al peggio; tanto poi ci verranno a dire che di più non si poteva ottenere.

Banche: sindacati, sciopero è risposta allo schiaffo dell’Abi

Ricordare all’indomani della firma dell’ultimo CCNL? Le “7 sorelle” ci raccontarono che avevano concluso un ottimo contratto, e solo dopo i malumori di tantissimi colleghi ci raccontarono che sì, il contratto cedeva alle pressioni delal controparte ma che era il prezzo da pagarsiper rinnovare il CCNL nella fase più drammatica della crisi. Continua a leggere

Bancari: Comunicato unitario sigle sindacali confederali ed autonome sullo sciopero del 31 ottobre

tumblr_mv61xuZ2fo1qz6z2wo1_400Di seguito potete leggere il comunicato sindacale sullo sciopero di categoria fissato per il prossimo 31 ottobre. Sono tutti argomenti condivisibili; ma non dobbiamo dimenticare chi le sta proponendo. Agostino d’Ippona scriveva “le parole insegnano, gli esempi trascinano. Solo i fatti danno credibilità alle parole.”; e nei fatti non possiamo dimenticare che le promesse che i sindacati firmatari hanno usato per fare approvare dalla categoria il loro pessimo CCNL (quello del 19/1/2012) si sono dimostrate false.

Ricordiamoci di non firmare loro – ancora – una cambiale in bianco!

Volantino Manifestazione 31_10_2013