Bancari: I SindacABI si apprestano allo scontro…

(...) Dubitiamo fortemente che le attuali strutture sindacali 
"riconosciute" dei bancari siano in grado di reggere, senza i 
vergognosi cedimenti del 2012, un livello di scontro che 
oggettivamente ormai travalica lo stretto recinto della categoria 
e, in una logica finanziaria ormai ultra-globalizzata ed 
oggettivamente diretta da Francoforte e Bruxelles, lo stesso 
perimetro territoriale nazionale. (...)

Bancari: I SindacABI si apprestano allo scontro…

 

(Immagine fonte: falcemartello)

Bancari in sciopero il 30 Gennaio.

Blocco scatti anzianità, TFR….ma è proprio ciò che le Segreterie Nazionali hanno sottoscritto con l’ultimo CCNL.

Toh, Sileoni & Co hanno capito che non si possono spremere sempre e solo i lavoratori?  Speriamo.

Comunque i Sindacati ora tuonano contro ABI,  lanciano anatemi e  chiamano i lavoratori alla mobilitazione (senza peraltro presentare un concreto e coordinato piano d’azione). Ci auguriamo però che il ricatto della cessazione del contratto dal 1° aprile 2015 imposto dall’ABI non fornisca un alibi alle Organizzazioni Sindacali per chiudere il contratto al ribasso.

Ricordiamoci che i Sindacalisti che oggi riempiono le pagine dei quotidiani nazionali con le loro dichiarazioni, sono gli stessi che solo qualche mese fa, una volta concluse le assemblee di approvazione della piattaforma, hanno proposto all’ABI  – e senza ovviamente averla condivisa coi lavoratori – l’idea di un  mega consorzio di categoria. C’è più di un motivo per cui essere seriamente preoccupati…

Bancari in sciopero il 30 Gennaio.

(Immagine fonte: gekomatto)

I bancari senza CCNL

ABI disdice il contratto.

Sapendo che i SindacABI tuteleranno i lavoratori, siam tutti più tranquilli….

Abi, Profumo, non concluderà contratto bancari a tutti i costi (Reuters)

DISDETTA CONTRATTO ABI: UNISIN, RISPOSTA SARA’ FORTE E NON SI FERMERA’ A SCIOPERO

(Immagine fonte: scarligamerluss)

Abi e Sindacati: il 28 febbario incontro per rinnovo CCNL

edcWCpD

L’Abi dimostra di avere “paura della proposta unitaria dei sindacati sul nuovo modello di banca”, attacca il leader della Fabi, Lando Maria Sileoni

Beh, l’ABI non saprei, ma i lavoratori hanno di che essere preoccupati visto l’ultimo CCNL che sti geni di sindacalisti ci hanno fatto sottoscrivere.

Ricordate l’ultimo contratto nazionale, cosa ha firmato questa sigla, insieme alle altre? Riduzione di diritti, differenziazione salariale per i neo assunti e moderazione salariale per tutti. Ho paura a pensare cosa possano partorire costore che non sanno neppure più cos’è il “lavoro in banca”.

Abi e Sindacati: il 28 febbario incontro per rinnovo CCNL

(Immagine: Imgur.com)

UniSin: Lettera aperta al Presidente BNL

Alle esternazioni del Presidente BNL Luigi Abete in merito alla disdetta del CCNL risponde la Segreteria dell’Organo di coordinamento di Unità Sindacale in BNL:

Lettera aperta della Segreteria dell’Organo di coordinamento di Unità Sindacale in BNL al Presidente Luigi Abete.

La farsa della Fabi.

Questo post è già stato letto 0 times! Nel 2012 ci hanno imposto un contratto che di colpo abbatteva norme ed istituti contrattuali consolidati, frutto di miglioramenti lenti e conquiste...

Nel 2012 ci hanno imposto un contratto che di colpo abbatteva norme ed istituti contrattuali consolidati, frutto di miglioramenti lenti e conquiste storiche con la scusa che altrimenti l’ABI avrebbe disdetto il contratto. Ci avevano promesso 25.000 nuove assunzioni, il rientro delle lavorazioni in azienda. La realtà: esternalizzazioni, dismissioni e nuovi esuberi. Tutta la parte “positiva” dell’accordo, quella che doveva compensare i “sacrifici” dei lavoratori, è rimasta lettera morta. Ed ora hanno il coraggio di chiederci di firmare loro una nuova cambiale in bianco?

Se i Sileoni, i Masi, i Gallo avessero avuto un minimo di consapevolezza, all’indomani dell’approvazione di un CCNL da “lacrime e sangue”  lontano anni luce dalla piattaforma approvata dai lavoratori nelle assemblee, si sarebbero dimessi. Invece sono ancora qui, tronfi e boriosi; ma cosa vogliono ancora? … continua …

Sciopero bancari 31 ottobre: il comunicato dei sindacati confederali ed autonomi.

Le promesse che ABI ed i Sindacati firmatari hanno usato per farci approvare l’ultimo CCNL si sono dimostrate palesemente false (nuove assunzioni, internalizzazioni….). Ora le stesse Organizzazioni Sindacali, dopo aver firmato un contratto senza mandato su una piattaforma differente… … continua …

Bancari verso lo sciopero

logo Unisin RomaVERSO LO SCIOPERO NAZIONALE DELLA CATEGORIA E IL BLOCCO DELLE CONTRATTAZIONI AD OGNI LIVELLO

Da tempo, l’Associazione Bancaria Italiana invita le OO. SS. ad incontri finalizzati a “far condividere” l’analisi dello scenario di crisi che sta investendo il nostro Paese e a individuare le migliori soluzioni da apportare per il rilancio del settore.
UNISIN, peraltro, non si è mai sottratta al confronto e si è resa protagonista di alcune proposte concrete che sono state presentate e discusse anche con le forze politiche; proposte che andavano nella direzione di perseguire il rafforzamento del modello di banca commerciale, fortemente legata al territorio ed alle imprese.
In dettaglio e sinteticamente, le proposte di UNISIN andavano dalla rimodulazione strutturale del c.d. cuneo fiscale – e a tutti gli interventi a sostegno necessari sotto il profilo fiscale -, sino all’utilizzo di nuove tecnologie, passando dalla fondamentale ed imprescindibile valorizzazione del grande patrimonio di professionalità dei lavoratori bancari. continua a leggere

Ancora sulla disdetta ABI del CCNL

Unicredit, Intesa e Abi, ma quando pagheranno anche i top manager?

di Fabio Angioletti

Leggi anche:  Unicredit, Intesa e Mps, i numeri in chiaroscuro delle banche. Report di Prometeia

(Immagine: Manageronline.it)