Pubblicheremo tutte queste persone che hanno preso le difese della politica aziendale di Mustier e sono tutti quelli che, stando sul libro paga della banca, si prestano volentieri

La fabi minaccia la gogna mediatica….

Lando Maria Sileoni duro contro il Ceo di Unicredit

Lando Maria Sileoni duro contro il Ceo di Unicredit

25 Luglio 2019 Di IlGattoRandagio

(…) “Mustier ha scritto ai dipendenti e non ha smentito questo numero. Mustier è un personaggio particolare. Non è un banchiere tradizionale come quelli che conosciamo un po` tutti. E’ un banchiere che ha delle sue particolari ambizioni, sostanzialmente tutta questa smobilitazione rispetto al territorio italiano è stata messa in piedi perché ha l’ambizione di trovare un partner internazionale, quindi vuole fare da predatore e non da preda, cercando di far diventare il gruppo Unicredit il primo in Europa, lasciando il territorio nazionale”. (…)

…continua qui

Le “scommesse” di Unicredit: tanto se va male pagano i lavoratori!

 Potrebbe essere un nuovo gioco per BWIN…

outsourcing_scommesseLa scommessa di Unicredit e dei suoi partner internazionali è infatti quella di diventare punti di aggregazione di servizi per altre banche medie e medio-piccole (forse anche per altri settori, ad esempio nel campo delle piattaforme informatiche potrebbero essere interessate anche le telecom) non soltanto in Italia ma in tutto il territorio europeo. Una scommessa non facile da vincere ma che certamente vale la pena di fare. E comunque con questo sistema alla fine saranno fuoriusciti in maniera del tutto indolore circa 1.150 dipendenti. Quando infatti si procede a una semplice espulsione di mano d’opera in maniera concordata, dunque con gli incentivi, i costi iniziali sono notevoli, come dimostrano vari casi. Basti pensare che Bpm ha gestito l’esodo volontario di 832 dipendenti (712 concordati + 120 a richiesta) sostenendo un costo nel 2012 di 213 milioni. Nel caso di Unicredit, invece, la fuoriuscita del personale che viene distaccato nelle joint venture avviene in maniera più soft anche per i conti della banca.

Leggi tutto l’articolo di Repubblica:

Unicredit e Mps, tagli ai costi con l’outsourcing di attività

Unicredit taglia mille posti di lavoro in Germania. Lascia o raddoppia?

La news:

UniCredit, taglierà fino a 1.000 posti in Germania entro fine 2014

Ma Unicredit avrà deciso di “lasciare” nel piano industriale le quotre di tagli già preventivate fin dal 2011  (Banker in Aufruhr), oppure avrà deciso di “raddoppiare” le uscite e questi 1.000 colleghi della banca retail tedesca si sommeranno a quelli già previsti a piano (guarda caso proprio mille)?