Ancora sul #MES e le false accuse all’ex Ministro Giulio #Tremonti

Ci sono gli atti parlamentare per ricostruire la vicenda…ma qui ogniuno fa a chi la spara più grossa…

Giusto per ricordare i guasti del #PD e della #sinistra nel nome dell’Europa

L’ennesimo esempio che l’UE non è la terra promessa ma,caso mai, un esempio del massacro sociale perpetrato in suo nome sotto l’occhio vigile e coscente della politica italiana. E dei giuristi che si sono piegati al diktat europeo. Basta rileggere queste poche righe che risalgono al 2017 e tracciano linee di bilancio del 2011…

(…) La motivazione è che secondo la Corte “la nuova e temporanea disciplina prevista dal decreto legge n. 65 del 2015 realizza un bilanciamento non irragionevole tra i diritti dei pensionati e le esigenze della finanza pubblica“. Tra i giudici costituzionali siedono oggi anche Augusto Barbera e Giulio Prosperetti, che nel 2015 – da docenti universitari – criticarono la sentenza sul blocco delle perequazioni per il suo impatto sui conti pubblici e il presunto conflitto con l’articolo 81 della Costituzione sul pareggio di bilancio.

(…) Per correre ai ripari senza esborsi eccessivi per le casse pubbliche, l’esecutivo guidato dal segretario Pd aveva deciso che non tutti i pensionati danneggiati dal blocco delle perequazioni per biennio 2012-2013 sarebbero stati compensati per il potere d’acquisto perso, nonostante la Consulta avesse sancito che il loro “diritto, costituzionalmente fondato”, a una “prestazione previdenziale adeguata” era stato “irragionevolmente sacrificato nel nome di esigenze finanziarie non illustrate in dettaglio”. Il bonus consisteva infatti in rimborsi parziali e graduali (tra i 278 e i 750 euro) solo per i pensionati con assegni fino a 6 volte il minimo Inps.

(…)

La misura è costata allo Stato poco meno di 3 miliardi di euro, contro i 30 miliardi stimati nelle relazioni tecniche che accompagnavano il decreto e il disegno di legge di conversione come costo della rivalutazione integrale di tutti i trattamenti. (…)

Tratto da Il Fatto Quotidiano del 25 ottobre 2017:  Pensioni, la Consulta: “Legittimo il bonus Poletti su rivalutazione parziale degli assegni. Salva diritti e finanza pubblica”

Scouting

falcemartello:

(Per riallacciarmi al post di abr.tumblr.com/post/44291159388/se-berlusconi-convince-scilipoti-a-passare-con#notes)

Dunque, è fatta. La maggioranza al Senato c’è, lo scrive oggi a caratteri cubitali il Corriere della Sera. Ma non mancavano più di trenta senatori a Bersani per raggiungere la…

pazzesco… (Via sceltalibera.tumblr.com)

Altra norma del decreto Salva Italia di Monti a favore delle Banche!

{ AGENTI } FINANZIARI

Sempre più italiani, in questi giorni, si stanno accorgendo di ciò che sta accadendo a coloro che vanno in “scoperto” di conto corrente.

A partire dal quarto trimestre 2012, le banche possono applicare “agli sconfinamenti in assenza di affidamento, ovvero oltre il limite del fido … una commissione di istruttoria veloce determinata in misura fissa.

Oltre ad essere stato informato verbalmente da diversi conoscenti, ho visto personalmente un estratto conto di una banca nel quale sono stati applicati 70 euro per ogni giorno nel quale il conto corrente risulta utilizzato oltre le somme disponibili, e per importi oscillanti dai 400 ai 3.000 euro.

Accade quindi che se un soggetto ha uno scoperto di 600 euro per un mese (perché il conto è andato in rosso per un addebito), il mese successivo avrà uno scoperto di 2.700 euro (oltre interessi etc.) perché ha maturato i 2.100 euro del nuovo onere

View original post 359 altre parole

Banche: compensi moltiplicati grazie al decreto Salva Italia

Altra norma del decreto Salva Italia di Monti a favore delle Banche!

{ AGENTI } FINANZIARI

Sempre più italiani, in questi giorni, si stanno accorgendo di ciò che sta accadendo a coloro che vanno in “scoperto” di conto corrente.

A partire dal quarto trimestre 2012, le banche possono applicare “agli sconfinamenti in assenza di affidamento, ovvero oltre il limite del fido … una commissione di istruttoria veloce determinata in misura fissa.

Oltre ad essere stato informato verbalmente da diversi conoscenti, ho visto personalmente un estratto conto di una banca nel quale sono stati applicati 70 euro per ogni giorno nel quale il conto corrente risulta utilizzato oltre le somme disponibili, e per importi oscillanti dai 400 ai 3.000 euro.

Accade quindi che se un soggetto ha uno scoperto di 600 euro per un mese (perché il conto è andato in rosso per un addebito), il mese successivo avrà uno scoperto di 2.700 euro (oltre interessi etc.) perché ha maturato i 2.100 euro del nuovo onere

View original post 359 altre parole

Quella “roba” chiamata MPS…

Parliamo di Bersani: “Nessuna responsabilità del Pd, per l’amor di Dio… il Pd fa il Pd e le banche fanno le banche”. Questa è l’affermazione di Pierluigi Bersani, sulle eventuali responsabilità del partito nel caso MPS.
Pecatto però che per anni il MPS ha “finanziato” i politici di sinistra… peccato…
Questi politici… per l’amor di Dio, quando capiranno che non possono più prenderci per il culo?

Monte dei Paschi di Siena, ormai il ckack è imminente. L’inciucio di Monti con il MPS, Profumo l’indagato che vuole indagare e Bersani il candido

Questa è l’Italia.

Prepariamoci proni all’ennesima … richiesta! 

Int. a TREMONTI GIULIO – “IL PATTO MARIO – PIER CI COSTERA’ 14 MILIARDI”  (CASTRO ANTONIO)

 Cosa non si deve fare per battere il Berlusca…pure il maxi inciucio! 

VOTI MONTI, TI PRENDI VENDOLA (E FORSE INGROIA)  (BELPIETRO MAURIZIO)

IL PREMIER CI PORTA IN GUERRA IL PD PERDE LA VOCE  (MAGLIE MARIA G.)

Ma Casini nella campagna elettorale non è pro attivo per le famiglie?

IL PROF TAGLIA I FONDI ALLE FAMIGLIE MA NON AL SUO STAFF  (BECHIS FRANCO)

Tutta la rassegna stampa di oggi: Rassegna.camera.it