Lissone e l’integrazione forzata voluta da Prefetto e PD

Questo è l’esempio di approccio al problema di gestione dei migranti voluto dalla compagine di Governo: scaricare sui cittadini il problema (lasciandoli ovviamente soli)

Immigrazione: MNS Lissone a fianco dei cittadini di Via Porta

Nei prossimi giorni i militanti del MNS di Lissone incontreranno alcuni residenti di Via Porta per offrire un aiuto ed un sostegno concreto nella gestione della criticità cittadina imposta ai residenti da Sindaco e Prefetto.

 

Profughi a Lissone: i residenti di via Porta raccolgono le firme

Stupri, ‘Condanne troppo lievi’

Stupri, ‘Condanne troppo lievi’

Lettera aperta dal Provinciale del Movimento MNS di Monza e Brianza e Dirigente Nazionale , Francesca Giarmoleo

 Stupri, 'Condanne troppo lievi'
Lettera aperta dal Provinciale del Movimento MNS di Monza e Brianza e Dirigente Nazionale , Francesca Giarmoleo, ed ancor prima da figlia, madre, futura nonna ma soprattutto Donna.

Stupri, “Condanne troppo lievi”

“Necessario allontanare, espellere i clandestini presenti sul nostro territorio e adeguare le normative con pene che rappresentino un concreto deterrente”

Rimini, Desio, Milano, Gallipoli..e poi ancora Rimini.
Ogni giorno viene segnalato un efferato fatto di cronaca nei confronti delle donne.

Ed i dati Istat sono disarmanti: il 21% delle donne, oltre 4,5 milioni, ha subito violenze o abusi nel corso della propria vita e, di queste, un milione e 157 mila nelle sue forme più gravi: lo stupro. Non solo. I dati del Viminale indicano che i primi sette mesi di quest’anno sono stati più di 2.300 i casi di stupro. Il numero delle violenze è sostanzialmente in linea con quello dello scorso anno (2345 contro i 2333 del 2017) per questo più che definire il 2017 un “annus horribilis” o fare una differenza di cittadinanza, possiamo evidenziare che il vero e reale problema è il messaggio che si sta divulgando: quello della leggerezza delle condanne inflitte e della scarsa attenzione che Governo ed Istituzioni dedicano al problema.A ben pensare una prima risposta la si potrebbe dare rapidamente: basterebbe allontanare, espellere i clandestini presenti sul nostro territorio per far diminuire i reati di stupro almeno di 900 casi (904 sono i migranti accusati di tale reato nei primi sette mesi del 2017). …continua qui

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: