La famiglia al centro del programma politico in vista delle prossime elezioni.

Un bell’articolo di Gianfranco Amato. Pungente e sagace come sempre!

Diffidate delle imitazioni

Qualcuno ricorderà l’accoglienza perplessa e scettica che ricevette il progetto politico del Popolo della Famiglia quando, due anni fa, si affacciò nel panorama politico italiano. Si guardava con una certa sufficienza l’idea che un partito potesse mettere al centro della propria azione una cosa come la famiglia. Sì, proprio quell’istituto che pur essendo riconosciuto dall’art.29 della Costituzione è sempre stato trattato come un oggetto estraneo alla politica. Continuavamo a sentirci ripetere sempre la stessa domanda e la medesima obiezione: «Ma cosa centra la famiglia? I temi che interessano la gente e di cui la politica deve occuparsi sono l’economia, il lavoro, la sicurezza, l’ambiente».

Hai voglia di spiegare che la «famiglia è la cellula della società», citando Cicerone e Aristotele, o che «la famiglia rappresenta il “prisma” attraverso cui considerare tutti i problemi sociali», citando San Giovanni Paolo II. Perle ai porci. Venivamo semplicemente guardati come extraterrestri della politica. Degli ingenuotti un po’ naïve, destinati a comprendere, prima o poi, che la famiglia non è tema da potersi porre al centro del dibattito politico.

Due anni fa, invece, il Popolo della Famiglia ci ha provato alle elezioni amministrative del 2016, e ci è riuscito. Oggi tutti parlano di famiglia e natalità. Basta guardare quello che sta accadendo nella campagna elettorale per le politiche 2018 che è appena partita.

E’ davvero uno spettacolo ascoltare i leader dei partiti oggi in competizione.

Cominciamo dal candidato premier del movimento Cinque Stelle, Luigi Di Maio: …continua qui

Elezioni amministrative in Brianza: Monza assurge a laboratorio politico.

Dio, Patria e Famiglia: i valori della candidata a Sindaco del Popolo della Famiglia sostenuta da Fiamma Nazionale e Forza Nuova

Sabato scorso è stata presentata negli spazi del Binario 7 di Monza la lista cattolica e di destra che sosterrà la candidatura a sindaco di Manuela Ponti. Alla presenza del segretario nazionale di Fiamma Nazionale, Stefano Salmè,  di Gianfranco Amato del Popolo della famiglia e di esponenti di Forza Nuova, abbiamo assistito alla nascita di qualche cosa di nuovo sotto il cielo della Brianza. E’ iniziata  come un’avventura una nuova fase politica ed ha preso ufficialmente il via una sorta di “fronte di salvezza nazionale” in difesa dei valori storici del nostro Paese che una classe politica inetta vuole disgregare: Dio, Patria e Famiglia.

Il confine che divide la politica oggi non è più tra destra e sinistra, ma è tra i fautori della globalizzazione e quelli che invece difendono le nazioni ed al loro interno difendono la famiglia che della nazione è il nucleo fondante, la cellula viva e pulsante dell’intero sistema. Continua a leggere