Sciopero generale del 18 ottobre: un’alternativa sindacale

DA SEGRETERIA NAZIONALE CUB SALLCA

Lo sciopero generale del 18 ottobre ha visto il ritorno nelle piazze dei lavoratori che chiedono un’alternativa sindacale per contrastare la rassegnazione e sconfiggere le politiche recessive, imposte da trattati e organismi europei totalmente antidemocratici, supinamente recepite anche nella “nuova” legge di stabilità del governo Letta.

Persino i mezzi d’informazione, che avevano messo sotto silenzio l’evento, sono stati costretti a dare conto della manifestazione di Roma. Siamo soddisfatti che anche bancari e assicurativi abbiano partecipato a questa giornata. Continua a leggere

SALLCA-CUB: disdetta del contratto bancari e sciopero generale del 18 ottobre.

DA SEGRETERIA NAZIONALE CUB SALLCA

Ieri l’Abi ha disdetto il contratto nazionale del settore credito.
Un segnale “politico” per drammatizzare lo scontro, visto che il CCNL vigente produrrà regolarmente i suoi effetti fino al 30 giugno 2014, ma subito dopo andrebbe a decadere.
Torneremo a breve ad approfondire le implicazioni di questo gesto.

La notizia è arrivata mentre ci apprestavamo a far uscire il volantino più sotto riportato.
Riteniamo che lo sciopero generale del sindacalismo di base del 18 ottobre (come spieghiamo nel volantino stesso) possa essere la prima risposta all’arroganza dell’Abi, da sempre sponsor del governo e delle sue politiche. Politiche, peraltro, dettate dagli euroburocrati e basate sulla riduzione dei diritti di tutti i lavoratori, bancari ed assicurativi compresi.

Tutto questo a prescindere dagli annunci di mobilitazioni dei sindacati concertativi di categoria. Mobilitazioni che proprio loro non vollero promuovere pur di far digerire l’ultimo rinnovo contrattuale, perchè altrimenti i bancari … avrebbero rischiato di rimanere senza contratto.

Comunicato:Documento in versione pdf