Grazie a Trump, i mullah si avviano al fallimento

I critici della politica di Trump nei confronti dell’Iran sono stati smentiti: le sanzioni americane stanno imponendo un notevole carico di pressioni sui mullah iraniani e sulla capacità di finanziare i loro gruppi terroristici.

Prima che il Dipartimento del Tesoro statunitense livellasse le sanzioni secondarie nel settore del petrolio e del gas naturale, Teheran esportava oltre due milioni di barili di greggio al giorno. attualmente, l’esportazione di petrolio iraniano è scesa a meno di 200 mila barili al giorno, il che rappresenta un calo di quasi il 90 per cento delle esportazioni.

Continua a leggere l’articolo

 

immagine: https://www.liberopensiero.eu

Centinaia di combattenti Isis rientrati in Europa. Prepariamoci al peggio!!

Il Wall Street Journal, in un recente editoriale, “The West’s Foreign Fighter Problem”, ha osservato che i governi europei si trovano in una posizione davvero difficile: rimpatriare e processare i loro jihadisti o rischiare che questi ultimi spariscano senza lasciare traccia e compiano nuovi attacchi in Europa.

“È particolarmente preoccupante che il governo federale [tedesco] non abbia adottato ulteriori misure per impedire il rientro incontrollato dei combattenti clandestini dello Stato islamico”, afferma Linda Teuteberg, segretario generale del Partito Liberale Democratico (FDP) tedesco. E ha aggiunto che il governo “non sa ancora come affrontare il problema degli ex combattenti tedeschi dell’Isis”, compreso quello dei “tedeschi detenuti nelle zone di guerra e degli oltre duecento ex simpatizzanti dello Stato islamico che sono tornati in Germania”. (Fonte dell’immagine: Olaf Kosinsky / CC BY-SA 3.0-de via Wikimedia Commons)

I combattenti dello Stato islamico rientrati in Europa e scomparsi

Strage di Peteano

Periodo buio per l’Italia intera che va dalla fine degli anni ‘60 agli inizi degli anni ‘80, gli Anni di piombo hanno segnato drammaticamente la storia della nostra nazione, costellandola di terribili delitti e deplorevoli atti terroristici.

Era il 31 maggio 1972 quando a Peteano, frazione di Sagrado nella provincia di Gorizia, il brigadiere Antonio Ferraro e i carabinieri Donato Poveromo e Franco Dongiovanni trovarono la morte a seguito di un  attentato terroristico di matrice fascista. Durante questo attacco vennero gravemente feriti anche altri due carabinieri: il tenente Angelo Tagliari e il brigadiere Giuseppe Zazzaro.

Per non dimenticare i servitori dello stato!

Palestina e terrorismo

In che modo i leader palestinesi incoraggiano il terrorismo

it.gatestoneinstitute.org

In che modo i leader palestinesi incoraggiano il terrorismo

Le parole pronunciate dal presidente dell’Autorità palestinese Mahmoud Abbas alla riunione della Lega Araba al Cairo dimostrano la sua preferenza per il benessere dei terroristi rispetto alla capacità dei lavoratori solerti di sfamare le loro famiglie. articolo qui

serve aggiungere altro?

Islam e i media: tutto va bene, Madama la Marchesa

Ancora non ne leggo

di Raphael Pallavicini

Attentato islamico nelle Filippine: 20 morti e 111 feriti. Non vedo lo stesso clamore nei media che ha avuto l’attentato in Nuova Zelanda. Tradotto, se le vittime sono cristiane (o ebree) e i carnefici islamici VA TUTTO BENE! https://beta.ctvnews.ca/national/world/2019/1/27/1_4270952.html

Leggi il resto dell’articolo

Se su facebook e twitter sostieni califfato islamico e sharia non ti censurano, ma se affermiil contrario…

Un articolo pubblicato dal Wall Street Journal l’8 gennaio ha rilevato che i dirigenti di Facebook – e di Twitter – avevano rimosso dalle loro piattaforme l’attivista Laura Loomer dopo le lamentele di Zahra Billoo, direttrice esecutiva del Consiglio delle relazioni islamico-americane (CAIR) presso la sede di San Francisco. Facebook, tuttavia, ha omesso di rivelare che il CAIR è stato un complice non incriminato nel più grande caso di finanziamento del terrorismo nella storia degli Stati Uniti. Gli Emirati Arabi Uniti inoltre considerano il CAIR un’organizzazione terroristica.

 

Articolo:

Facebook continua a sostenere le leggi sulla blasfemia

Aveva ragione Oriana Fallaci.

La denuncia: lo Stato ha trattato con l’Islam. Aveva ragione la Fallaci       

 di Francesco Storace

La Chiesa. L’Occidente. La democrazia. Un luogo perfetto, l’Italia, per scatenare l’odio islamico. Eppure, sembriamo quasi non esistere per chi odia la nostra civiltà. Vuoi vedere che alla fine si scoprirà un patto tra Roma e l’Islam, una “trattativa” per risparmiarci? Mercoledì potremo saperne di più alla presentazione di un libro assolutamente suggestivo.

Lo ha scritto Francesca Musacchio, che ha pubblicato articoli su articoli sul tema soprattutto con inchieste su Il Tempo, e racconta di un paese pavido, che si è calato le braghe.

…continua qui

Immagine: REDAZIONEITALIA.IT

Condannati i terroristi che colpirono in Tunisia nel 2015

Il Tribunale di Tunisi ha condannato all’ergastolo sette terroristi dello Stato Islamico per le stragi al Museo Nazionale del Bardo e a Susa, avvenute nel 2015 a pochi mesi di distanza una dall’altra. La sentenza è arrivata dopo una lunga camera di consiglio: tre i jihadisti puniti col carcere a vita per l’attentato del 18 marzo al Museo del Bardo, a Tunisi, nel quale due terroristi uccisero 21 persone, tra cui 4 italiani.

Io_Amo_Meda ha condiviso un link.
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: