L’Italì dell’odioso “due pesi, due misure”!

Vietano le processioni ma non le feste maomettane! di Raphael Pallavicini

Il solito, maledetto, odioso “due pesi, due misure”. Tutto concesso ai sodali del cammelliere e persecuzioni ai cristiani. BASTA! “A cosa è servito vietare la processione della Consolata, interrompendo una tradizione antica di Torino, quando poi si autorizzano le preghiere di massa dei musulmani?” L’interrogativo è della parlamentare torinese di Fratelli d’Italia, Augusta Montaruli. (ANSA)

Leggi il resto dell’articolo

Lavaggio del cervello fin fa piccoli. Neppure Goebbles avrebbe mai osato tanto…

M5s, Torino: lanciato progetto di asilo nido “gender neutral”

(…) Il Movimento 5 stelle si è schierato a favore del progetto, in cui si prevede di “educare” i piccoli alla “parità di genere” eliminando tutti gli “stereotipi”: tradotto dalla neolingua degli ideologi del gender, vuol dire che giocattoli, grambiuli e quan’altro, tutto all’asilo sarà “neutro”.

Repubblica diche che Fabrizio Ricca, della Lega, ha parlato di “lavaggio del cervello” da parte di “manovratori di menti che negano la libertà a chi non la pensa come loro, con un obiettivo: lavorare fin da piccoli all’annullamento delle differenze sessuali maschio- femmina“.

Il comitato Studenti Indipendenti, promotore del progetto, non ha inventato niente di nuovo.

I nostri Lettori sanno che in Svezia con la parità di genere, l’inclusione delle persone LGBT e la diffusione dell’ideologia gender nella scuola stanno “avanti”. [,,,]

I bambini svedesi non sembrano molto felici…

Bhè, pare che «la psichiatra infantile Louise Frisén, dell’Ospedale Pedriatico Astrid Lindgren, ha dichiarato che nel 2016 ben 197 bambini hanno richiesto di essere sottoposti ad una “transizione” per cambiare sesso. “C’è un aumento del cento per cento ogni anno, e le persone che stiamo vedendo sono più giovani e sempre più bambini”, ha dichiarato il medico in un’intervista all’Aftonbladet. Il capo della squadra identità di genere del Karolinska University Hospital, Cecilia Dhejne, ha detto che l’aumento dei bambini infelici con il proprio gender riflette “una maggiore apertura nella società svedese.”»

Ci domandiamo: una maggiore apertura genera una maggiore infelicità? (…)

 

Immagine: Giffetteria
//pagead2.googlesyndication.com/pagead/js/adsbygoogle.js

(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({});

Vuoto legislativo e la forzatura della sindaca Appendino

Perchè perdere tempo ad eleggere centinaia di parlamentari?

Lasciamo che a decidere di questioni etiche siano i Sindaci ed ognuno faccia ciò che crede. Come sta facendo la compagna Appendino che ha fatto registrare all’anagrafe cittadina un bambino, nato in Italia, come figlio di due donne.

Un colpo di mano che aveva sollevato diversi malumori fra i consiglieri comunali e che aveva spinto anche l’arcivescovo di Torino, Cesare Nosiglia, a sottolineare come «alla famiglia non ci siano alternative». Questa volta invece la novità non è formale, ma sostanziale.

M5S = PD. Una razza, una faccia

 

Immagine: Sinistra Lavoro

Quei mattacchioni dei centri sociali e la complicità delle istituzioni in quel di Torino

Negli anni ’70 diventò cult negli ambienti destra una vignetta pubblicata da Il Tempo, la cui didascalia recitava pressappoco così: «Estremista di destra ferisce gravemente giovane di sinistra. Giovane di sinistra uccide lievemente estremista di destra». Da allora è cambiato veramente poco

Torino, poliziotti-fantoccio travolti dal furgone anarchico. Insorgerà Boldrini?

Torino, poliziotti-fantoccio travolti dal furgone anarchico. Insorgerà Boldrini?

domenica 30 aprile 2017 – 19:42

Chissà se la “presidente” Laura Boldrini invocherà eguale mano pesante ora che i protagonisti del fattaccio non sono più i neofascisti immortalati nel Cimitero Maggiore di Milano mentre alzavano il braccio in un pericolosissimo saluto romano, bensì alcuni simpatici mattacchioni di un centro sociale anarchico che hanno pensato di presentarsi alla Cannabis Parade, tenutasi il 29 scorso a Torino, alla guida di un furgone sul cui davanti erano appiccicati i manichini in divisa da poliziotti nell’atto di esserne travolti. Chissà se ora sarà ugualmente compatto il coro di condanna delle istituzioni, se eguale solerzia nell’identificazione dei responsabili della macabra pagliacciata sarà mostrata dall’autorità prefettizia. Le premesse, tuttavia, non sono incoraggianti. I primi commenti, secondo quanto riportato dal sito de La Stampa di Torino, sembrano alquanti tiepidi: «Immagine di violenza, inappropriata con lo spirito della manifestazione», è al momento il massimo della condanna …continua…

M5S vuole la scuola italiana classista. In danno ai meno abbienti. Una vera ingiustizia per i cittadini

M5S vuole la scuola italiana classista. In danno ai meno abbienti. Una vera ingiustizia per i cittadini

Torino, la Appendino taglia i fondi alle scuole cattoliche. Insorge la Curia

Torino, la Appendino taglia i fondi alle scuole cattoliche. Insorge la Curia

mercoledì 29 marzo 2017 – 18:57

Non è una storia di politica tipica della Bassa Reggiana, quella – per intenderci – così cara a Giovannino Guareschi, ma è comune una storia di picche e ripicche tra preti e sindaci, anzi tra preti e sindaca, quella di Torino, quella Chiara Appendino, assurta a simbolo dell’orgoglio grillino più per demeriti di Virginia Raggi che per meriti propri. Il clero di Torino non condivide però lo stesso entusiasmo per le performance amministrative del primo cittadino…. continua…

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: