Il comunicato sindacale “politically correct” delle O.S. di Unicredit Services in merito all’assemblea dei colleghi del Procurement.

Unicredit Services: il comunicato (edulcorato) sull’esito dell’assemblea procurement

Di questi tempi tutto ha un prezzo, anche la dignità del lavoro. E guardandomi introno direi che vale anche poco…..

Continue reading

Roma. Che scempio! Ma non ci doveva pensare Virginia?

Lo “stabilimento” di Via Molfetta di UBIS, a Roma, è collocato in un’area lontana da Dio e dal mondo e soprattutto da mezzi pubblici. Davanti ad un bellissimo parco ed in mezzo a ad un complesso urbanistico popolare, per lo più fatiscente, frequentato, durante la sera, da drogati, malviventi, prostituzione di ogni tipo.

L’ingresso principale, su Via Molfetta appunto, è posto immediatamente dopo una curva, solo il Padreterno sa come, fino ad oggi, non sia mai accaduto un incidente, con un solo marciapiede, sulla parte opposta.

L’ingresso secondario dà su una stradina, Via Manduria, scarsamente illuminata e teatro, quanto meno, della succitata prostituzione o altro, visto il materiale specifico che ogni giorno si trova sulla strada.

Il parcheggio, dato appunto il complesso popolare, è scarso, le strade adiacenti, piccole ed anguste, a mala pena riescono a contenere le automobili dei residenti.

Furti e vandalismi sono all’ordine del giorno, così come retate con elicotteri e dozzine di pattuglie delle forze dell’ordine. Qualche negozio aperto nella zona, forse 5, compresa una farmacia, per il resto serrande abbassate e spazzatura, spazzatura, spazzatura, dalle camere da letto alle cucine, dalle decine di ruote (di motocicli o automobili) alle (sempre) decine di cassafortine per alberghi, calcinacci, e tutto il repertorio possibile ed inimmaginabile…..

Ubis Roma Molfetta. Il degrado e gli esterni in tutti i sensi (anche per il parcheggio)

Dal terrorismo psicologico dei sindacati a quello dell’azienda

Nel periodo natalizio sulla stampa nazionale si potevano leggere interviste fiume al boss dei boss dei sindacalisti bancari. Parlava solo lui. E paventava licenziamenti a go go nella italiche banche. La situazione sembrava disperata, una macelleria sociale, ma per fortuna lui, da buon padre di famiglia, aveva la soluzione: assumere giovani con contratti in deroga al CCNL.

E le altre sigle? Mute!

Ora la storia si ripete, ma questa volta è una banca a paventare licenziamenti. Per ora si cercano diverse centinaia di volontari pronti ad uno spirito di sacrificio. Che non sarà vano. Per ogni cinquantenne che deciderà scientemente di lasciare il posto di lavoro si assumerà un giovane con il “jobs act” e chissà, magari con un contratto in deroga…il tutto col benestare dei compagni!

Quello che UniCredit non dice.

 

Immagine: Via Giphy

c’è chi va e c’è chi viene

Giustamente Mr. Cederle andrà a lavorare in un’azienda che offre consulenza in campo Outsourcing…con tutte le esternalizzazioni fatte in Ubis ha già una gran bella esperienza…

Paolo Cederle: da UniCredit a Everis

In #Ubis non ne sentiranno certo la mancanza…

Paolo Cederle, ex CEO UniCredit Business Integrated Solutions, entra a far parte della squadra di Everis Italia, società multinazionale di consulenza, in qualità di Vice Presidente.

Nel suo nuovo incarico, Cederle affiancherà da marzo il CEO di Everis Riccardo Lorusso per contribuire alla crescita della divisione italiana della multinazionale.

UniCredit e il flop dei processi di Payroll ed H.R.

Era l’ 8 Maggio del 2012 quando con un comunicato stampa UniCredit ufficializzava la cessione dei servizi Human Resources e Payroll ad HP e la contestuale nascita della prima NewCo. “Grazie alle “best practice”  di HP, si leggeva, il nuovo modello di servizio  garantirà diversi benefici per la Banca, quali economia di scala, razionalizzazione dei costi amministrativi, migliore qualità delle transazioni e un’ottimizzazione della reportistica relativa a personale e retribuzioni.”

Ed inoltre: “È importante per UniCredit, istituto finanziario tra i più grandi d’Europa, perseguire e creare partnership di valore con player strategici per continuare il percorso di crescita del business e mettere a frutto le opportunità a disposizione per rafforzare la propria posizione di mercato,” ha affermato Massimo Schiattarella, Direttore Generale di UniCredit Business Integrated Solutions. “HP è un alleato di comprovato valore, che sosterrà le nostre iniziative con processi di business e competenze tecnologiche, permettendoci di rimanere focalizzati sul servizio offerto alla nostra vasta clientela.” (fonte).

Inutile dire che a distanza di cinque anni, delle roboanti dichiarazioni aziendali non ve né traccia e la realtà, ben peggiore di qualsiasi nefasta previsione, è sotto gli occhi di tutti. Continua a leggere

Il SALLCA CUB solleva dubbi sull’operato delle sigle sindacali in Ubis

In realtà il comunicato del SALLCA non aggiunge nulla di nuovo a quanto già non si sapesse. L’unico dato di fatto che emerge chiaro è che la gente è avulsa da tutto quanto gli accade intorno.  C’è una repulsione totale per quello che vede ma che finisce con l’accettare passivamente. Al giorno d’oggi anche indignarsi è un lavoro a tempo pieno… mancano le energie per poter  lottare h24!

SALLCA CUB sul futuro di Ubis – Unicredit: Concorso di colpa dei sindacati ‘firma tutto’?

Il sindacato di base all’attacco delle sigle che firmano effimere tutele lavorative.

Qui l’articolo

Ubis sciopero

Unicredit ancora esternalizzazioni, sindacati: sciopero in UBIS venerdì 9 settembre

Reagire alle esternalizzazioni. Ma lo sciopero è ancora una forma di lotta valida? Dopo un relativo periodo di calma, in #Unicredit si apre una nuova …continua…

Immagine: giphy.com

Ubis cede a SIA le attività di elaborazione dei pagamenti tramite carte di pagamento

Un’immagine vale più di mille parole…

 

Ubis cede a SIA le attività di elaborazione dei pagamenti tramite carte di pagamento

Unicredit vende i pagamenti elettronici per 500 milioni. L’utile batte le attese (…) Unicredit ha deciso di vendere al gruppo Sia le attività di elaborazione… Read more

Toh, c’è chi riconosce gli effetti nocivi degli open space…

cosa che sfugge ad UniCredit (che anzi ci investe massicciamente) ed agli RLS (soprattutto in quel di Milano)…

Già perchè  in quel di Milano i Rappresentanti dei Lavoratori per la sicurezza sono stati più volte surclassati da qualche sigla sindacale che ha a cuore gli interessi dei lavoratori a 360 gradi e non scende a compromessi con l’Azienda.

Ma forse ai lavoratori va bene così…

C’è di che meditare….

Gli effetti nocivi degli uffici open-space

Errare è umano ma perseverare…è da Ubis.

Errare è umano ma perseverare…è da Ubis.

Nonostante le precedenti esternalizzazioni non hanno dato i frutti sperati e di risparmi “ghe n’è minga”… la miopia di questo management continua imperterrita a ripercorre gli stessi errori.

Qui il post:

Ubis: continua la svendita di attività e professionalità

 

(Immagine: Sceltalibera)