ICCREA e sindacati firmano accordo innovativo sullo Smart Working

UGL Credito del Lazio: il Lavoro Agile va sostenuto e sorvegliato costantemente… fra l’altro erogano anche il buono pasto…

Fonte qui

Verbale di accordo fase sperimentale (ottobre 2017)
//pagead2.googlesyndication.com/pagead/js/adsbygoogle.js

(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({});

UniCredit: Martedì prenderà il via la trattativa sui nuovo piano ‘Transform 2019’

UNICREDIT, PERETTI: “PRONTI A CONTRASTARE PIANO INDUSTRIALE PREOCCUPANTE PER L’INTERO SETTORE BANCARIO

“Il prossimo 10 gennaio inizierà il confronto sul piano industriale di Unicredit ‘Transform 2019’: siamo pronti a promuovere tutte le azioni necessarie per contrastare lo scenario da ‘lacrime e sangue’ delineato da questo preoccupante progetto, voluto dal manager francese Jean Pierre Mustier”.
Lo dichiara il segretario generale dell’Ugl Credito, Piero Peretti, evidenziando come “il piano preveda 14 mila esuberi complessivi nei prossimi due anni, di cui 3.900 in più, rispetto al vecchio piano, solo in Italia. Inoltre, è prevista la chiusura di ben 900 filiali”.
“L’aspetto che ci lascia maggiormente perplessi – sottolinea Peretti – è il messaggio generale che emerge da questa operazione e che, in prospettiva, potrebbe interessare l’intero settore bancario italiano: a fronte di una riduzione del personale che ‘vale’, per l’azienda, 1,1 miliardi, ci saranno investimenti per 1,6 miliardi per ‘rafforzare l’infrastruttura informatica’, andando verso quella banca ‘digitale’ tanto cara a Mustier quanto attesa dai profeti dell’impresa 4.0. Imprese e famiglie, insomma – prosegue il sindacalista -, si confronteranno con un computer o un robot per far apprezzare, ad una raffinata intelligenza artificiale, il proprio ‘merito di credito’”.
Per Peretti “tramonta, così, inesorabilmente, ogni concetto di ‘banca socialmente sostenibile’ e si rafforza la vocazione finanziaria che, come è noto, è tanto cara ai Paesi dell’eurozona. Alla luce di ciò – conclude – oltre a fare tutto il possibile per scongiurare i licenziamenti, tutte le organizzazioni sindacali devono essere impegnate a contrastare uno scenario che, se non cambiato, porterà alla scomparsa dell’intera categoria dei lavoratori del credito”.

Fonte: Sito nazionale UGL

BANCA ETRURIA, UGL Credito manifesta contro manacto rinnovo contratto per 32 lavoratori

BANCA ETRURIA, UGL IN PROTESTA PER RINNOVO CONTRATTI DIPENDENTI

Ugl Credito in piazza, questa mattina, per protestare “contro i vertici di Banca Etruria e la loro irresponsabile decisione di mettere alla porta 32 colleghi di Roma, ai quali non è stato confermato il contratto a tempo determinato”. Lo afferma in una nota il segretario regionale dell’Ugl Credito del Lazio, Alessio Storace. La protesta si è svolta davanti alle filiali romane di Banca Etruria in via Uffici del Vicario, via Oderisi da Gubbio e viale Giulio Cesare. Nel corso della manifestazione, prosegue Storace, sono stati distribuiti “volantini ai clienti e ai cittadini a scopo informativo e per chiedere l’adesione alla petizione indirizzata al presidente dell’istituto, Roberto Nicastro”. (omniroma.it)

Infortunio in itinere con l’utilizzo della bicicletta

Dal sito UGL Credito della Lombardia

Infortunio in itinere con l’utilizzo della bicicletta

Ricordiamo alle colleghe ed ai colleghi che si recano sul posto di lavoro con l’utilizzo di un “velocipede”, che da quest’anno l’INAL annovera anche tale mezzo tra quelli che permettono il risarcimento di un danno avvenuto durante il tragitto casa-lavoro (e viceversa)…..

Scarica qui il comunicato UGL

UniCredit: UGL in agitazione per il trasferimento della ‘Legal Services Italy’ in Romania

UniCredit: UGL in agitazione per il trasferimento della ‘Legal Services Italy’ in Romania

Sindacato preoccupato per i danni all’occupazione ma anche per quelli reputazionali e penali che potrebbero derivarne.

Quasi un mese fa dalle colonne di Blasting News avevamo sollevato dubbi ed obiezioni in merito alla decisione assunta dai manager di UBIS, società informatica del gruppo UniCredit, di delocalizzare alcune attività in Romania. Ora le stesse preoccupazioni sono state fatte proprie dalla segreteria nazionale dell’Ugl Credito. “Sollecitiamo le istituzioni e in particolare la magistratura e il ministero della Giustizia ad intervenire affinché venga bloccata per motivi di legalità e opportunità l’operazione di delocalizzazione in Romania dell’attività Legal Services Documentation di Unicredit”, è quanto si legge in una nota distribuita dall’organizzazione sindacale nei giorni scorsi. …continua…

DELOCALIZZAZIONI, VIRZI’ (UGL): DA ALMAVIVA A UNICREDIT UNA DERIVA LAVORATIVA DA SCONGIURARE

DELOCALIZZAZIONI, VIRZI’ (UGL): DA ALMAVIVA A UNICREDIT UNA DERIVA LAVORATIVA DA SCONGIURARE

DELOCALIZZAZIONI, “Il preoccupante fenomeno delle delocalizzazioni non è da sottovalutare, adesso è una deriva lavorativa dilagante da bloccare assolutamente, le grandi aziende tendono a portare sempre più le lavorazioni all’estero abbattendo i costi con manodopera non qualificata a discapito dei lavoratori italiani più qualificati”, così ritorna sull’argomento Filippo Virzì, Segretario Nazionale dell’Ugl credito con delega alla comunicazione che aggiunge: “la nostra organizzazione è impegnata su più fronti, ha da sempre affrontano questo fenomeno in tutti i settori lavorativi da Unicredit dove abbiamo da tempo sollevato obiezioni scrivendo a diverse Procure di’Italia, circa la legalità del trasferimento in Romania …continua…

Unicredit, Ugl: “La Magistratura fermi la delocalizzazione del Legal Service Documentation”

Unicredit, Ugl: “La Magistratura fermi la delocalizzazione del Legal Service Documentation”

unicredit9Contestiamo il trasferimento in Romania di un’attività legale molto delicata

“Sollecitiamo le istituzioni e in particolare la magistratura e il ministero della Giustizia ad intervenire affinché venga bloccata per motivi di legalità e opportunità l’operazione di delocalizzazione in Romania dell’attività Legal Services Documentation di Unicredit”. È quanto sollecita in una nota la segreteria nazionale dell’Ugl […]

Lo sciopero dei bancari sulla stampa nazionale

Alcuni articoli in merito allo sciopero dei bancari del prossimo 30 gennaio.

[pullquote]la mobilitazione ha l’obiettivo di “respingere l’arroganza dei banchieri che ci vogliono riportare indietro nel tempo[/pullquote]”

Venerdì 30 gennaio si fermano i bancari. Bellentani (Fiba Cisl): “Scioperiamo per garantire un Bologna 2000

Il segretario provinciale della FibaCisl Paolo Bellentani spiega le motivazioni dello sciopero nazionale dei bancari proclamato per venerdì 30 …

Banche. Venerdì 30 gennaio si fermano i bancari – Cisl

Banche: Fabi, se si chiedono sacrifici a lavoratori bisogna dare esempio  ArezzoWeb.it

Così il segretario generale della Fabi, Lando Maria Sileoni, risponde all’Abi, che ha criticato i dati diffusi oggi dal leader della Fisac Cgil, Agostino …

Banche, disagi in vista per lo sciopero Venerdì 30 manifestazione a Milano – L’Eco di Bergamo

Sciopero nazionale dei bancari il 30 gennaio, manifestazioni a Ravenna, Milano, Roma e Palermo – Faenzanotizie.it

Sindacati credito, in 15mila in piazza contro deregulation lavoro – Adnkronos

Il consorzione-one-one delle Banche…

I consorzi sono un’iniziativa aziendale tesa a sganciare un segmento lavorativo dal contratto del credito al fine di poter un giorno applicare norme, accordi e trattamenti retributivi meno costosi (-20% di stipendi, 40 h settimanali di lavoro, inquadramenti inferiori)?

Non per i Sindac-ABI!

Leggi qui:

Le segreterie sindacali nazionali del primo tavolo vorrebbero un “mega-consorzio” esternalizzato che serva tutte le banche.

(Immagine: http://replygif.net/)

Le segreterie sindacali nazionali del primo tavolo vorrebbero un “mega-consorzio” esternalizzato che serva tutte le banche.

 Riprendiamo un'importante notizia già evidenziata dal SALLCA CUB e ripresa ora da InfoAut Bnl

Dopo che un recente comunicato della Sallca/Cub ha denunciato il fatto che le segreterie nazionali del primo tavolo hanno ufficialmente proposto all'ABI la creazione di un "mega-consorzio" esternalizzato che serva tutte le banche, vedi :  http://www.sallcacub.org/sallca/VCategoria/trattativa%20CCNL.pdf

alcuni colleghi ci hanno scritto per chiederci conferma della cosa.

Ebbene si, è incredibilmente vero ed era sfuggito anche a noi.

La proposta è contenuta nel documentone "Per un nuovo modello di banca", documento propedeutico alla piattaforma CCNL.

Pubblichiamo, dal sito della Fiba/Cisl, il documento in questione, l'incredibile proposta è tra fine pagina 12 e inizio pagina 13 :

http://www.fiba.it/nazionale/documenti/rinnvoabi/piattaforma/per-un-nuovo-modello-di-banca